Organizzazione Ranieri Spettacoli
Contattaci
Cinematografia
Cantanti
Produzioni Discografiche
Maestri di Bande
Folklore
Spettacoli
Concerti Bandistici
Majorettes
Luminarie
Festivals
Sfilate di Moda
Orchestre
Circhi Equestri
Rievocazioni Storiche
Public Relation
  Oggi è il 23-11-2017    
Spettacoli
Syster City International



Questa Associazione, nel quadro delle iniziative di interscambio culturale da diversi anni promosse e tendenti ad un alto livello di sensibilizzazione verso una unificazione europea e mondiale democratica e sovranazionale, affrontando temi originali e nuovi, che utilizzano buoni mezzi pedagogici e di comunicazione, nonchè quelle con un livello di partecipazione di alta qualità, ha programmato per il mese di Gennaio dell'anno 2003 il primo Gemellaggio del Terzo Millennio tra la Calabria e l'Australia.
Di seguito viene presentato tutto il progetto relativo a tale iniziativa e, nell'attesa di ricevere la Vs manifestazione di interesse, Vi porgiamo i ns più distinti saluti.

Visualizza e scarica la Manifestazione di interesse - CLICCA


Un classico cartello all'entrata del paese e la scritta "Città gemellata con...". Quante volte, viaggiando per l'Italia, capita di incappare in questa dicitura. Ma cosa significa esattamente? In molti casi poco o niente. Si tratta solo di un atto formale stipulato con cerimonia ufficiale tra i municipi di due o più città, e tutto finisce li. Non sempre, però.
La Sister City International, associazione onlus con sede nel New South West dell'Australia e rappresentanza italiana in Calabria, è stata la prima organizzazione mondiale ad avere l'idea, alcuni anni addietro, dei primi gemellaggi tra i paesi della Calabria ed il nuovo continente.
Il gemellaggio, come l'intende la SCI, è un'azione complessa, ricca di prospettive; è principalmente uno strumento straordinario di azione interculturale tra "i paesi del mondo": vince pregiudizi, procura un incontro umano tra i soggetti "gemellati", cuce in una prospettiva unitaria le "diversità" e là riscoprire l'identità personale e culturale delle varie generazioni di emigrati. Il gemellaggio come momento capace di creare autentici legami di amicizia tra giovani di lingue e costumi diversi; Che verifica complementarietà economica fra città di nazioni assai distanti del globo.
Ed ancora, oggi più che mai, la promozione delle comunità locali necessita di riflessioni strategiche, di bilanci e progetti di sviluppo che lo scambio di esperienze con gli enti locali di altri paesi permette di arricchire in maniera determinante.
La cooperazione, la creazione di legami con paesi diversi favoriscono lo sviluppo locale e soprattutto le iniziative locali per la creazione anche di posti di lavoro.
Tra comuni gemellati sono più semplici da attuare diversi partenariati, grazie alla reciproca conoscenza dei protagonisti, alla fiducia maggiore basata sui principi della cooperazione e all'impegno ufficiale delle istanze politiche dei comuni.
Insomma, siamo sempre più convinti che i gemellaggi costituiscono un quadro molto appropriato per la cooperazione fra gli enti locali mondiali, sia nell'ambito dell'educazione che della formazione professionale, della protezione dell'ambiente, dello sviluppo economico locale, della cultura, ecc.

CALABRIA E AUSTRALIA
Si sa che la Calabria è una delle regioni d'Italia che hanno più contribuito, in proporzione alla loro popolazione, all'emigrazione. È difficile poter quantificare con numeri accurati quanti siano i calabresi che andarono in Australia. La regione di origine degli emigrati non è registrata nei dati di censimento dell'Australia. I calabresi costituiscono forse il gruppo più grosso di ogni altra regione in tutte le città dell'Australia.
Già nella seconda metà dell'800 vengono registrati emigrati italiani in Australia. Erano pochi e sparsi. Fu negli anni del dopoguerra che l'emigrazione dalla Calabria raggiunse le cifre più alte (la guerra fu un brutto periodo per gli italiani che si trovarono in Australia). Fu soprattutto un'emigrazione a catena. Chi era in Australia chiamava la famiglia o i parenti; e chi era in Calabria e non aveva parenti in Australia, si fece fare l'atto di richiamo da qualche paesano che era in Australia, per poi dare inizio a sua volta a un'altra ondata richiamando i propri parenti ed amici. E così la comunità calabrese crebbe in numero. Sono arrivati e hanno lavorato forte, hanno risparmiato assai ed hanno investito sui figli. Molti calabresi hanno fatto e fanno ancora onore sia alla propria regione di origine che all'Italia.
Il gemellaggio Calabria-Australia, con tutto quello che esso comporta, nella preparazione, nello svolgimento e nei suoi successivi indispensabili sviluppi, costituisce quindi un utilissimo strumento di sensibilizzazione politica e di cooperazione tra diversi enti locali calabresi e la grossa municipalità di Sydney in Australia.

MODALITÀ
La Sister City International, per costruire questo primo gemellaggio del terzo millennio tra la Calabria e l'Australia, "due terre così lontane eppure così vicine", suggerisce agli Enti di:
  • manifestare ufficialmente il proprio interesse all'importante ed irripetibile avvenimento;
  • individuare e nominare un soggetto da inserire nel Comitato centrale di gemellaggio, incaricato dell'organizzazione e della realizzazione pratica;
  • individuare uno o più partners privati (aziende operanti in loco, ecc.) che abbiano interesse all'allargamento del loro mercato sul territorio della città gemellata;
  • fornire alla SCI notizie utili all'individuazione di tutti i gruppi di cittadini emigrati per il loro coinvolgimento globale. Al gemellaggio partecipano tutti i settori delle rispettive comunità locali che ne abbiano manifestato l'interesse.

    DEL COMITATO DI GEMELLAGGIO POSSONO FARE PARTE, A TITOLO GRATUITO E VOLONTARIO, CITTADINI CHE LAVORANO LOCALMENTE iN AIUTO DEI COMUNI MA CHE HANNO SOPRATTUTTO L'IMPEGNO IDEALE DI FARE PROGREDIRE UN'AMICIZIA, UN'ALLEANZA, UNA FRATERNITÀ AL DI SOPRA DELLE FRONTIERE.


  • 249 AUBURN ROAD 2144 AUBURN SYDNEY N.S.W. AUSTRALIA
    c/o O.SPET. RANIERI VIA G. MAZZINI 10 89049 STILO RC ITALIA
    TEL. +39 964 732505 -- FAX +39 964 732717 -- CELL. 335 283823